Filarmonica Vinci


Vai ai contenuti

Cenni storici

La Filarmonica “Leonardo da Vinci”, costituita nel 1883 per iniziativa del Parroco don Olinto Bellini e di un gruppo di appassionati con la denominazione di “Società Filarmonica Vinci”. Secondo le voci “di paese”, questa era la banda “del prete”, perché, da notizie non confortate da documenti, era attiva anche una seconda formazione bandistica, più piccola di organico, che si chiamava La Fanfarina, il cui presidente era il Sig. Corsi Ottorino, padre del regista Franco Zeffirelli. Agli inizi del ‘900, le due formazioni si fondono in un’unica banda, affidata al maestro Lepri.
Il punto più alto di fama fu raggiunto dalla partecipazione della formazione bandistica al Concorso bandistico nazionale, svoltosi a Roma il 19-22 aprile 1928, sotto la direzione del M° Leonardo Cornacchini, classificandosi al primo posto ex-aequo. La commissione era presieduta dall’illustre direttore d’orchestra Arturo Toscanini.
La
Società Filarmonica Vinci riprese vita per poco tempo dopo il secondo conflitto mondiale per iniziativa di colui che sarà il sindaco di Vinci, Guido Masi, appassionato suonatore di cornetta. Ma la mancanza di allievi e, quindi, di sostituti ebbe la meglio sull’entusiasmo dei componenti la banda e questa, alla fine, si sciolse.

Nel 1986 il dott. Siro Bicci, medico del paese, concretizzò una sua idea che accarezzava da tempo: ridare vita, a Vinci, ad una nuova formazione musicale. La formazione bandistica prende, poi, il nome del suo cittadino più illustre e si chiamerà Filarmonica Leonardo da Vinci.
E da cosa nasce cosa. Grazie alla sua professione di medico, che gli permetteva di stare a contatto con la popolazione, il dott. Bicci riuscì a coinvolgere nel suo progetto una cinquantina di ragazzi: e così prese corpo la Scuola di Musica, che vide lui, medico, musicista e presidente fino al 1997. Si realizza così il progetto di diffondere, proprio tra i giovani , la cultura musicale.
La Filarmonica, fin dalla sua costituzione, è stata affidata alla direzione artistica e didattica del M° Riccardo Bindi, sempre attento sia a valorizzare il patrimonio musicale italiano classico, sia a cogliere le nuove suggestioni della cultura musicale che si avvaleva sempre più di composizioni originali per orchestra di fiati.
Nel corso degli anni, la Filarmonica ha preso parte ad importanti manifestazioni culturali, all’interno e fuori della Regione, riscuotendo un notevole successo e ricevendo numerosi apprezzamenti. Nel panorama delle iniziative, sono da sottolineare quelle dei gemellaggi e dei corsi di perfezionamento con altre formazioni bandistiche, contribuendo a fare della Filarmonica un’ importante realtà culturale per la Città di Vinci.
Dal 1997 fino al 2007 la Filarmonica è stata affidata alla presidenza del sig. Cesarino Allegri.

Attualmente, detta carica è affidata al sig. Fausto Giusti.


Torna ai contenuti | Torna al menu